Australia, la Corte costituzionale vieta i matrimoni gay


La sentenza annulla la legge che consentiva le nozze tra persone dello stesso sesso. E anche i matrimoni già celebrati

Australia_nozze-gay_divieto-615x380

«La legge sul matrimonio non è valida per la formazione o il riconoscimento dell’unione di coppie dello stesso sesso». La sentenza della Corte costituzionale australiana è chiara: le nozze gay sono illegali. Non si possono celebrare. E le unioni già formalizzate (sono circa una trentina) devono essere immediatamente annullate.

L’Alta Corte cancella così la legge che permetteva le nozze tra persone omosessuali approvata alcuni mesi fa dal Parlamento di Canberra ed entrata in vigore lo scorso sabato. In virtù di questa nuova norma, in pochi giorni sono già stati celebrati diversi matrimoni, che però ora dovranno essere annullati.

Leggi il resto dell’articolo http://www.vanityfair.it/news/mondo/13/12/12/australia-corte-costituzionale-vieta-matrimoni-gay

Vedi online il test del “Marriage Act  1961” dell stato australiano http://www.austlii.edu.au/cgi-bin/download.cgi/cgi-bin/download.cgi/download/au/legis/cth/consol_act/ma196185.txt o scarica la versione rtf

Altre fonti news
http://www.prolifenews.it/legislazione/noze-gay-australia-alta-corte-vieta-matrimoni-omosessuali/

 

Un pensiero su “Australia, la Corte costituzionale vieta i matrimoni gay

  1. Si fa un passo avanti e poi si torna indietro? Ma che razza di Corte! Decidere della vita delle persone come se fossero pacchi da far tornare indietro dopo averli spediti! Sono veramente assurdi!

I commenti sono chiusi.